14/lug/2017

La fortuna si allena e si cavalca

Italiani, popolo di superstiziosi.
Un’affermazione vecchia come le credenze popolari che riassume? Forse, ma la realtà è che, per quanto ci si sia sforzati nei decenni di lasciar andare antiche convinzioni, il sentimento comune sopratutto di noi italiani è quello di non voler comunque rischiare, di non volersela, per così dire, “chiamare”.
Lo dimostra una statistica fatta da Kayak, un portale per l’organizzazione dei viaggi online, che ha rivelato che lo scorso venerdì 17 febbraio (per giunta del 2017, Santi Lumi) le ricerche di voli per quella giornata sono calate drasticamente del 21% circa.
Anomalia particolarmente rilevante se si pensa che il venerdì è per antonomasia il giorno prediletto per le partenze.
Del resto in quelle giornate di sorte nera basta passare in rassegna i profili social dei propri contatti per comprendere quanto la superstizione sia ancora ben radicata nel nostro profilo culturale.

A pensarci bene, la superstizione è esattamente uno di quei circoli viziosi nel quale l’uomo si trova inserito, senza apparente via di scampo. Vogliamo davvero non attribuire un po’ di colpa al venerdì 17 o al gatto nero che disgraziatamente ci ha attraversato la strada se la macchina dietro di noi ci ha tamponato o se la giornata a lavoro è stata un susseguirsi di problemi e frustrazioni? Sarà mica che pensiero negativo attira negatività e viceversa?
Noi siamo molto convinti di questo.
La creazione di un solido e imperscrutabile pensiero positivo è la più grande arma che l’uomo possa costruirsi per combattere non solo la superstizione, ma anche i fatti negativi in sé.
Gli eventi che nella vita di una persona – o di un’azienda e un brand – avvengono sono di per sé neutri, non sono connotati da una positività o da una negatività implicita. La dimostrazione sta nella differenza di percezione dell’evento stesso: per alcuni un evento negativo è una catastrofe, per altri il medesimo è un opportunità o un cosiddetto segnale.
Data per assodata tale neutralità, risulta evidente che il potere di determinazione sta in mano nostra. Alzarsi dal letto convinti che la giornata non potrà che essere disastrosa per cause superstiziose è il primo ingrediente per far andare così le cose.
La fortuna non va e viene a seconda della fitta rete di fili che muovono le nostre vite, ma deve essere allenata e cavalcata, proprio grazie alla capacità di passare dal pensiero negativo a quello positivo.

Ovviamente lo step successivo per concretizzare la propria fortuna è il passaggio dal pensiero all’azione.
Come? Lo sguardo vigile sulle circostanze è il vero discriminante, quello che la superstizione chiamerebbe “botta di fortuna” e che la credenza più diffusa identifica con il fattore “c”. Soltanto un’analisi costante delle circostanze ci renderà capaci di vivere sulla soglia del momento e sfruttare ciò che accade a nostro vantaggio e a vantaggio della nostra azienda.

Si parla di dati, non di superstizione!
Un esempio? Vi raccontiamo il nostro.
Qualche mese fa ci sono venuti alla mano questi dati: una ricerca ha dimostrato che il 60% dei consumatori sostiene di avere acquistato un prodotto grazie a una promozione e l’80% di aver partecipato ad almeno un concorso a premi in un anno. Parallelamente, gli utenti attivi online continuano ad aumentare, per non parlare delle presenze sui social: 30 milioni gli utenti attivi al mese su Facebook (2 miliardi la soglia di iscritti raggiunta recentemente), 14 milioni su Instagram, 7 milioni su Twitter.
Questi dati inconfutabili e il fiuto sviluppato da una realtà come la nostra, attenta e pronta ad accettare qualsiasi nuova sfida, ci hanno portato a passare all’azione e a cavalcare la fortuna che ci si presentava innanzi.

Così è nata Easy Contest, una realtà innovativa, interamente dedicata all’ideazione e alla realizzazione di manifestazioni a premi online e offline.
Dal concept creativo e l’ideazione della meccanica ideale alla gestione degli adempimenti amministrativi, dalla programmazione della piattaforma di gioco al media planning, dal customer service all’organizzazione dell’evento finale. Curiamo e progettiamo qualsiasi aspetto delle manifestazioni a premi, con l’obiettivo di fornire all’azienda un servizio intelligente di marketing e branding, ma soprattutto un’occasione di allenamento della propria fortuna.

Noi e i tuoi clienti siamo pronti a vincere, tu Azienda lo sei?

Visita il sito easycontest.it